Menu Principale  

   

Alcolismo

ALCOOL:

 

In occidente gli alchimisti usavano questo termine per indicare tutte le sostanze purificate e rettificate. Questa interpretazione portò TEOFRASTO BOMBOSTO detto il” PARACELSO” ad attribuire all’alcool l’arbitrario significato di spirito di vino, ritenuto l’essenza del vino stesso…. così è nato questo termine…

 

ALCOLISMO:

 

Termine che indica sia lo stato di invincibile dedizione all’alcool, sia le conseguenze e le condizioni cliniche che derivano dall’eccessivo consumo dello stesso.

 

E’ uno dei più gravi problemi sociali e medici del nostro tempo.

 

Gli effetti dell’alcool possono essere, acuti o cronici, l’intossicazione acuta è universalmente nota :è la cosiddetta ubriacatura .l’alcool non stimola, ma deprime il sistema nervoso centrale , gli effetti precoci dell’alcool simulano una stimolazione, mentre sono dovuti a depressione dei centri inibitori del cervello , gli effetti più tardivi sono dovuti a depressione completa, di questi centri inibitori.

 

Tutte le funzioni motorie vengono rese imprecise e rallentate ; così la stazione eretta , il controllo della fonazione, e le attività più complesse come il guidare o lo scrivere a macchina , inoltre si ha un’alterazione dei processi mentali (apprendimento, memoria,attentività, concentrazione ed infine rallentamento dei processi associativi.)

 

Altri effetti sono meno vistosi, ma non meno importanti come :tachicardia, ipotensione, vasodilatazione, sudorazione sensazione di calore poi ipotermia, ipersecrezione gastrica, pirosi,poi gastrite acuta, aumento della diuresi con perdita di acqua , sali ed elettroliti.

 

Gli alcolizzati presentano sintomi clinici a carico di parecchi organi ed apparati .

 

I sintomi più comuni sono a carico dell’apparato gastro-intestinale , tipici sono, il vomito e la nausea mattutini .

 

L’eccessiva ingestione di alcool protratta nel tempo e associata all’iponutrizione che ne consegue porta prima alla così detta degenerazione grassa del fegato e da ultimo alla cirrosi epatica con conseguente versamento ascitico.

 

Altra malattia molto importante associata alla intossicazione da alcool e la pancreatite.

 

Sul sistema nervoso l’alcool può avere i seguenti effetti:

 

Nell’intossicazione acuta:i sintomi sono quelli di una classica sbornia , se l’ubriaco diventa eccitato e violento o cade in uno stato stuporoso o comatoso, si ricorre a farmaci stimolanti ; a sedativi in caso di eccitazione e a cortisonici in caso di collasso.

 

Nei casi più gravi si hanno le allucinazioni alcoliche, consistenti nella vista di ombre, figure o anche delle allucinazioni uditive che sono le più gravi e compaiono solo negli intossicati cronici.

 

Da ultimo si possono avere attacchi simili a quelli dell’epilessia , il così detto delirium tremens che è la complicazione più grave ,infatti consiste in movimenti automatici , agitazione psico-motoria, disorientamento, alterazione della percezione e talora coma mortale .

 

Altri disturbi sono quelli del trofismo; questi disturbi più che dall’alcool in sé stesso, sono causati dalla carenza alimentare da esso causata,in questo caso si hanno tremori grossolani soprattutto alle mani, atrofia del nervo ottico, paralisi degli oculomotori , degli arti , pseudotabe, vertigini, visione di mosche volanti , ronzii auricolari,disturbi vari e degenerazione cerebellare,decadimento intellettuale, convulsioni, tremori .

 

Altrettanto importanti infine sono le alterazioni psichiche dovute all’alcol di cui le più caratteristiche sono la paranoia caratterizzata spesso da uno spiccato delirio di gelosia e da amnesie parziali, riempite spesso dal paziente di contenuti fantastici, la così detta confabulazione.

 

Per quanto riguarda il trattamento, a parte i farmaci sintomatici, l'unico trattamento veramente efficace è quello di ottenere la completa astensione dall’alcool. –NON BEVIAMO TROPPO-

 
 
 

Il metodo di approccio al paziente è quello di tipo psicologico atto a stimolare il desiderio di interrompere il vizio e di riscattarsi dalla degenerazione fisica e psichica , esistono poi innumerevoli coadiuvanti alla psicoterapia, il più usato è il disulfiram con effetto antabus……

 

Da non dimenticare i centri specifici per alcolisti anonimi e per un aiuto piu determinante, rivolgersi al medico di base……………..

 

Grazie…………

   

      (IN AGGIORNAMENTO)

Apri Raccolta Video Gite

 

   
© Copyright 2013 Progetto Rinascita e Vita ONLUS

facebook